Incipit d’Autore : “ALFABETO PRIVATO” di Antonio Prenna – Ed. Dakota

Originally posted on :

copertina alfabetoprivato2H / alfabeto necessario per raccontare le voci di fondo.

C’è anche un’eco di traffico nel torpore.
Acca può anche essere detto accà non per pronunciare la parola altrove come si trattasse di un destino.
Ascolto voci intorno.
The ice was all between.
C’era una volta un re, ascolto distrattamente nel sottofondo ghiaccio, ghiaccio assoluto scrive Samuel Taylor all around, Giudici traduce pensare sempre e sempre a mangiare che vizio è, mi chiedo dai corpi le anime volarono impossibile capire vecchio marinaro con queste voci.
Adesso invece silenzio, la nebbia colà sale il silenzio rischia adesso di trasformarsi in assenza di vitalità, un gioco di interpretazioni dove le voci esterne sembrano estranee quelle interiori quasi assenti, su tutto una grande spossatezza e sguardi di fronte che sembrano fissarti in realtà son sguardi sofferti e silenziosi.
Alfabeto che parte da H e continua per C di Coleridge, per arrivare ai rumori…

View original 390 altre parole

POLVERONE

Originally posted on [ antonio prenna ]:

parole ritrovate

(frammento da un lettera del 1946 diretta in Argentina del nonno Antonio)

Villa Potenza 9 Febbraio 1946                                                                                    

Carissima Cognata e Nipoti

Dopo molto tempo di silenzio tifo sapere le mie notizie noi grazia iddio stiamo tutti bene di salute come spero che sia di tutti in famiglia.

Cara cognata e Nipoti. Ora vi do le notizie come abbiamo passato durante la guerra.

Durante la guerra la abbiamo passata un po male perché tutti giorni si prendeva paura pei Beoplani che veniva a bobardare ora veniva di cena e ora di un’altra. 

Quel giorno che bonbardato Macerata avreste visto che paura a vedere quella povera gente a…

View original 439 altre parole