Tracce di me sulle isole

La donna dei giornali segna il mio nome

Su un quaderno
Piccoli tratti tondi tracciati a mano

La donna ricorderà il mio nome

Tra qualche tempo?

Si ricorderà del mio andar avanti e indietro

Davanti il suo minuscolo negozio

Pieno di piccoli fari, magneti e conchiglie?
Lasciava una copia del Corriere per me

Sottobanco, a chi le chiedeva conto

Rispondeva “ci sono prenotazioni

Da rispettare”

img_1100-1

Nessun segno mio sui muri delle isole invece

Anche solo un graffio a futura memoria

Tra i passaggi verso gli orridi scoscesi

O dentro chiostri
Opus incertum
Oppur – vezzo effimero – una scritta sulla sabbia

Da fotografare prima che le onde se le porti via

Le parole.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...