Incipit d’Autore : “ALFABETO PRIVATO” di Antonio Prenna – Ed. Dakota

copertina alfabetoprivato2H / alfabeto necessario per raccontare le voci di fondo.

C’è anche un’eco di traffico nel torpore.
Acca può anche essere detto accà non per pronunciare la parola altrove come si trattasse di un destino.
Ascolto voci intorno.
The ice was all between.
C’era una volta un re, ascolto distrattamente nel sottofondo ghiaccio, ghiaccio assoluto scrive Samuel Taylor all around, Giudici traduce pensare sempre e sempre a mangiare che vizio è, mi chiedo dai corpi le anime volarono impossibile capire vecchio marinaro con queste voci.
Adesso invece silenzio, la nebbia colà sale il silenzio rischia adesso di trasformarsi in assenza di vitalità, un gioco di interpretazioni dove le voci esterne sembrano estranee quelle interiori quasi assenti, su tutto una grande spossatezza e sguardi di fronte che sembrano fissarti in realtà son sguardi sofferti e silenziosi.
Alfabeto che parte da H e continua per C di Coleridge, per arrivare ai rumori…

View original post 390 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...