corpodellecose

Immagine

Le ombre sono interposizioni tra i corpi e la terra, superfici labili e mutevoli di breve durata,  entità senza massa e allusioni ambigue di realtà.

Delle cose rincorro l’ombra sui muri del primo mattino ed è come una scrittura orientale sulla casa, un’alba di messaggi lontani e saluti ravvicinati da levante, un’arabesco misterioso che disegna l’ornato botanico degli alberi e di tutti gli intrecci dei rami; la superficie liscia delle cose si piega con le sue regole proiettive e diventa una sovrapposizione misteriosa dei codici genetici delle parole e dei nomi di tutti gli alberi che ci circondano. La sembianza e la certezza si annientano nell’ombra, una mediazione tra foglie e cancelli, tra piume ornitologiche e ferri battuti e ribattuti.

L’ombra è certa come la sua scomparsa, netta come la sua indefinitezza, una mediazione tra ciò che è e ciò che potrebbe sembrare. Le ombre brevi del mezzogiorno riducono il…

View original post 123 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...