STELLA D'OCCIDENTE

Hai potuto solo sederti accanto al fiume e piangere. Allora è stato come se tutta la gente ti guardasse, hai cercato di darti un contegno, di strizzare gli occhi e di risvegliare in te tutte le più stupide nostalgie, hai guardato le correnti che si arricciano sotto il ponte, e la suonatrice di violoncello che chiede la carità ai passanti, e il profilo austero della sinagoga, il bambino che tira la barba al padre, l’usciere degli uffici comunali che parla con l’aria stanca, hai sentito il bisogno di bagnarti con la pioggia, di camminare lentamente in mezzo al traffico delle macchine, di osservare i gabbiani e i turisti, di affacciarti nelle botteghe antiche, di comprare biscotti e fette di torta e chiedere informazioni con il sorriso azzurro che ti risplende, hai pensato a quella ragazza che ti aspetta roteando gli occhi,

View original post 189 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...