PENSIERO MOBILE

pensiero mobile: le due parole scritte occupano 20,0 KB (20.480 byte) in un file creato la mattina del 13 dicembre, giorno della luce, mentre in testa –prima della scrittura- nel dormiveglia – pensieromobile faceva parte di una serie di passaggi ormai dimenticati, la mobilità su tutto, quindi Hemingway, a Parigi è un continuo banchettare, la nobiltà d’intenti del pensiero che si forma spontaneo nelle sinapsi notturne, visioni di tori sacrificati in caverne misteriose, avemarie masticate lentamente, oscure semantiche mentre la pioggia della notte continuava a rigare la finestra sul tetto
 
il caldo intenso di quella stanza favoriva pensieri scombinati, mi sono alzato a fatica dopo aver ascoltato le ultime notizie dalla tv gracchiante, da cui svaniva continuamente l’immagine – notizie frammentarie segnate dai fallimenti del capitalismo – ho bevuto un lungo sorso d’acqua per mitigare il fumo acre del primo cigarillo, poi in bagno allo specchio non riuscivo – molto banalmente – a vedermi con nitidezza, la faccia era come sparita, ho pensato: “nel giorno della luce il pensiero mobile si scompone in cristalli…che stupida assurdità postmoderna…”
 
dopo queste mie riflessioni verifico la loro “consistenza” elettronica, i KB sono aumentati di due punti, mentre i byte addirittura tremila e quarante volte

Un pensiero su “PENSIERO MOBILE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...