CORRISPONDENZE

E’ la Natura un tempio che a volte ribisbiglia

dai vivi plinti formule d’arcana risonanza;

l’uomo in quella foresta di simboli s’avanza

fra sguardi che l’osservano con aria di famiglia.

Quali lunghi riverberi di suoni, che si fondono

da lontano in un unico echeggiamento intenso,

vasto come il chiarore e come il buio immenso,

suoni effluvi colori l’un l’altro si rispondono;

effluvi freschi, quali le carni dei lattanti,

soavi come i flauti, verdi piùdegli steli;

ed altri ricchi ed acri, corrotti, trionfanti,

che s’espandono a gara con gl’infiniti cieli

e, come il belzuino l’ambra il muschio l’incenso,

cantano tutte l’estasi dell’anima e del senso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...