ALCHIMIA DEL DOLORE

L’un ti rischiara col suo vivo ardore,

l’altro il suo lutto pone in te, Natura.

Ciò che mormora all’uno: Sepoltura,

all’altro: Vita mormora e Splendore.

 

O sconosciuto Ermete che m’assisti

e m’impauri questa mente infida,

tu mi rendi l’eguale di Re Mida,

l’infelice fra tutti gli alchimisti.

 

Io per te muto l’oro in ferro, vario

perfino il paradiso in un inferno;

e fra le nubi, candido sudario,

 

sempre un caro cadavere discerno;

sulle rive dei cieli azzurri, ad ogni

passo, erigo un sarcofago di sogni.

 

CHARLES BAUDELAIRE

(traduzione di Romano Palatroni)

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...