LA MORTE DEGLI AMANTI

Avremo letti soffici, colmi di lievi odori,

e divani profondi come profondi avelli;

dintorno, sulle mensole, vasi di strani fiori

solo per noi sbocciati sotto i cieli più belli.

 

Là bruceranno a gara i loro ultimi ardori

come due grandi fiaccole i due cuori fratelli:

rifletteranno insieme i duplici bagliori

dentro l’anime nostre, tersi specchi gemelli.

 

In una era mistica tutta d’azzurro e rosa,

senza un sussurro, un unico lampo ci scambieremo,

come un lungo singhiozzo colmo d’addio supremo.

 

E un Angelo, più tardi, lieve aprendo le porte,

verrà per avvivare, ombra fida e gioiosa,

quegli specchi appannati, quelle due fiamme morte.

 

CHARLES BAUDELAIRE

(traduzione di Romano Palatroni)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...