LA VITA ANTERIORE

Io vissi a lungo in vasti portici, cui dall’alto

dardeggiavano i fuochi d’ogni siderea sfera;

coi loro alti pilastri, grandi e solenni, a sera

parevano mpie grotte stagliate entro il basalto.

 

Turbando anche l’immagine dei cieli, nell’assalto

l’onde, in accordo mistico, fondevano all’austera

sinfonia le mutevoli tinte del vespro: e v’era

nel mio sguardo il riflesso dell’oro e del cobalto.

 

Un tempo io laggiù vissi le mie delizie calme,

fra l’azzurro, i bagliori, i fragori dell’onda;

e schiavi ignudi, saturi d’un aroma aspro e vivo

 

in fronte m’aliavano, lenti, con verdi palme,

non avendo altra cura che di farmi più fonda

la tristezza segreta di cui sempre languivo.

 

CHARLES BAUDELAIRE

(traduzione di Romano Palatroni)

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...