IL CONFINE MEDIATICO (29)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
L’effetto è patetico, nel senso etimologico del termine, vale a dire malinconicamente commovente, quasi sofferente.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E se un giorno, all’improvviso, le televisioni di tutto il mondo si spegnessero? E se in un certo momento negli schermi sempre più avveniristici e di alto design comparisse la scritta “Fine delle trasmissioni” a tempo indeterminato?
Mario Schifano è stato un artista che, in un certo momento della sua esistenza, si è interessato alla televisione, al bombardamento di immagini e di stimoli che poteva fornire, alla facilità di poter essere ovunque rimanendo nel proprio studio romano e, soprattutto, alla possibilità di mantenere un contatto differito con la realtà che veniva allontanata dal suo ideale contesto con il preciso intento di dare nuovi significati a figure e oggetti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...