IL CONFINE MEDIATICO (24)

MARIO SCHIFANO – FINE DELLE TRASMISSIONI

Basta foto. Ce ne sono sicuramente abbastanza. Basta ombre di me stessa proiettate dalla luce su pezzi di carta, su quadrati di plastica. Basta con i miei occhi, bocche, nasi, stati d’animo, brutte angolazioni. Basta sbadigli, denti, rughe. Soffro della mia molteplicità. Due o tre immagini sarebbero state più che sufficienti, o quattro, o cinque. Avrebbero permesso di farsi un’idea precisa: Questa è lei. Ora come ora sono fatta d’acqua, m’increspo, rischio da un momento all’altro di dissolvermi nei miei altri io. Giriamo pagina: tu, nel guardare sei nuovamente confuso. Mi conosci troppo bene per conoscermi davvero. O non troppo bene: troppo.

tratto da MICROFICTION
di Margaret Atwood

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...