MUSEO STA PER BANCA, CATALOGO PER MALLOPPO (testo per un corto)

APRE DA NERO

…scusa, te lo dico per l’ultima volta…l’ultima volta…no, lasciami dire tu…scusa…scusa…ecco si…al te-le-fo-no, sottolineo al ce-llu-la-re…capito? quello che stiamo facendo qui, adesso, con questo coso qui…stai zitto un attimo…ascoltami (silenzio) d’ora in avanti si parla diversamente…lo sai perché…lo sai…te lo dico per l’ultima volta…il posto si chiamerà MUSEO…si, museo, non è difficile…quelli che sai che possono crearti dei problemi…cerca di capirmi…si quelli…non dire chi…hai capito…quelli si chiameranno GUIDE…guide, dai…capisci al volo…su…
il come-si-dice-dai-non-voglio-dirlo si chiamerà CATALOGO…catalogo, quello che porterai via…
sei tonto…cerca di capire al volo quello ce dico…sei solo manovalanza tu…tsè…dai scherzo…

…certo, è tutto in tema di mostre, di arte, di quelle cose lì…ogni tanto io ci vado alle mostre, non sono mica un ignorante come te…a me piace la bellezza…ok, di questo ci frega poco a tutti e due…allora…il momento giusto per visitare la mostra al museo- capito?- sarà il momento che ti dirò io che sono fuori dal MUSEO e vedo le GUIDE uscire…ok?
Capito tutto?

Aoooh ci sei? Perché non rispondevi? (silenzio)Ah si ho capito…si…vuoi che ripassiamo le dinamiche della visita mentre vieni verso il museo?

Ok…dai ripassiamo… non guasta mai…allora…tu arrivi piano al museo…non è ancora il momento di visitare la mostra…vai tranquillo…respira…tranquillo, ho fatto già un giro attorno al museo…tutto tranquillo…respira profondo…respira con il naso, espira con la bocca…vai, fammi sentire…(silenzio) …bene…bene…ok…visto? tutto molto semplice… tra poco mi fermo e ti richiamo…

Ecco sono fermo…sono proprio davanti al museo…te l’ho spiegato ieri sera come faremo…mi raccomando: non dire le cose in modo esplicito…parliamo ancora di arte…si, di arte, dai hai capito…ok…a che punto sei? Due isolati? Bene…tempistica perfetta…ooooh non fare cazzate…quando esci con il catalogo non mostrarti agitato ok?

…ecco ti vedo…entra nel museo dall’entrata davanti, poi uscirai da quella laterale…fai duecento metri senza correre…io ti aspetto lì…ti ricordi no?…e tutto finisce lì…ok? ..Quando ti richiamo, entri…

…ecco vai…le guide escono ora…stringi i denti…pensa ai Carabi che ci aspettano…

SI SPOSTA CON LA MACCHINA, PASSA DAVANTI ALLA BANCA E SENTE DEI COLPI DI PISTOLA

PARLA A VOCE ALTA

…cazzo succede…ma…ma…guarda quello scemo…che fa.. cazzo fa..stupido…manda tutto a puttane…deficiente…

TITOLO

NELLA RAPINA DUE CASSIERE RIMASERO FERITE

LA POLIZIA ARRIVO’ SGOMMANDO DIECI MINUTI
DOPO IL COLPO

I DUE RAPINATORI FUGGIROONO SENZA INTOPPI

BOTTINO DEL COLPO: 300.000 EURO

il rapinatore che ha sparato entra in macchina sbattendo la portiera

adesso chiami le cose con il loro nome…questi sono i soldi…i soldi, capito? eccolo il tuo cazzo di catalogo…

L’ALTRO INGRANA LA MARCIA
SOTTOFONDO MARTELLANTE

…adesso porti questa cazzo di macchina via di qui e ce ne andiamo tran-qui-lla-men-te…

DISSOLVENZA A NERO

TITOLO

NESSUNO COLLEGO’ I DUE
ALLA RAPINA AVVENUTA LONTANA
DALLA LORO CITTA’

ADESSO SONO TUTTI E DUE
PIENI DI SOLDI E IMPUNITI
AL MARE DEI CARAIBI

AUDIO: RUMORE DI ONDE

Un pensiero su “MUSEO STA PER BANCA, CATALOGO PER MALLOPPO (testo per un corto)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...